Kappa moto K53N – Recensione

2012.06.02_bauletto001Dopo qualche viaggetto fatto in solitaria o in compagnia della zavorrona in qua e in là per l’Italia, e quindi accrescendo il nostro “bagaglio” d’esperienza nel moto turismo (non è mai abbastanza…!!!) e, dopo aver passato notti insonni a pensare se deturpare o meno la bellissima livrea della mia amata BMW R1150RT del 2001 a favore della praticità, ho deciso che era giunto il momento di regalarle/ci un portabagagli/bauletto che fosse un bel pò più capiente del topcase originale. quindi la scelta è ricaduta sul marchio italiano Kappa moto di proprietà della Givi.

Il c.d. “panettone” per la sua forma che, pur essendo molto ma molto bello da vedersi perchè diverso dai soliti bauletti da moto, ha come difetto principale quello di essere assai poco capiente tant’è che si fa molta fatica a metterci anche un solo casco modulare… E’ buono per trasportarci l’antipioggia, i guanti di riserva, il kit rifrangente e poco altro… sigh… sigh…

Scandagliando un pò l’etere alla ricerca di un prodotto valido, ho visto che i migliori bauletti per rapporto qualità/prezzo e quindi anche i più diffusi, sono quelli prodotti dalla GIVI anche a detta di molti utenti dei vari forum del settore.

Scandagliando ancora più approfonditamente la rete, ho potuto scoprire che la Givi, forse per coprire l’intera “fetta di mercato” in fatto di “accessori di stoccaggio”, commercializza anche il marchio Kappamoto con prodotti differenti solo in alcuni dettagli dell’estetica da quelli GIVI ma a prezzi nettamente inferiori. Tanto per fare un esempio il Givi Maxia E52 che è il gemello, si trova a circa € 190,00 mentre il Kappa K53N recensito in questo articolo si riesce a trovare ad un costo di circa € 130,00 comprese le spese di spedizione.

Quindi, ho cercato il miglior prezzo disponibile in rete e l’ho “portato a casa”, poi per poter consentire l’installazione sulla mia moto ho dovuto acquistare anche la piastra adattiva Givi E183 ed infine ho preso anche lo schienalino per la felicità della zavorrona che così potrà viaggiare come se stesse comodamente sdraiata sul divano di casa!!!

Il bauletto è personalizzabile con la sostituzione della cover superiore che vengono commercializzate dalla Kappa di vari (pochi per la verità) colori o, in alternativa si può far verniciare l’originale del colore della propria moto; poi si può acquistare il kit di luce stop supplementare da collegare all’impianto della moto e si può anche acquistare la borsa interna che reputo particolarmente comoda.

Le mie impressioni:

reputo che i soldi spesi per l’acquisto di questo bauletto siano “benedetti” per il semplice fatto che ho quasi raddoppiato la capienza di trasporto del top case originale anche se peggiora o snatura la linea della moto e incontra molti detrattori, ma sinceramente a volte preferisco sacrificare l’estetica a vantaggio della comodità e praticità. Tanto con quattro viti si rimette il tutto in ordine!!!

Costi:

come dicevo sopra, sono riuscito ad acquistarlo a € 130,00 comprese le spese di spedizione pagamento mediante bonifico bancario presso un rivenditore online su Ebay. Pagando con questa modalità, ovviamente i tempi di consegna sono stati maggiori ma tanto io non avevo particolare fretta! Vanno aggiunti € 24,00 per lo schienalino acquistato nuovo e € 35,00 per la piastra acquistata usata.

Di seguito una galleria fotografica delle immagini della moto con il topcase originale e e con il Kappamoto K53N.